Le arance belladonna, varietà tardiva

Mangiamo frutta di stagione!

Le cultivar di arancio sono numerose e possono essere suddivise in vari gruppi per caratteristiche agronomiche, botaniche e morfologiche. Generalmente questi frutti maturano in inverno, ma esistono anche varietà con maturazione tardiva (aprile- maggio). La più nota con maturazione primaverile  è la ’’Belladonna” o “Biondo di S. Giuseppe’’ ( rinomata località agrumicola calabrese), considerata ’’la bionda italiana più pregiata’’.

E’ caratterizzata da frutti di pezzatura media di forma ovale con buccia abbastanza sottile, polpa dolce di ottimo gusto e pochi semi.

Provatela!

Annunci

Comments (1) »

I frutti antichi

Da diversi anni si trova sul mercato sempre la stessa frutta: le stesse varietà di mele (golden, renette, deliziosa, fuji…), di pere (kaiser, william…), di susine (goccia d’oro, regina claudia…)  e così via per ogni tipo di frutta. Pochi tipi, sempre quelli: frutta grossa, appariscente, ma sapori sempre più insignificanti.

Andando in giro per vivai mi sono resa conto che anche lì gli alberi in vendita sono sempre gli stessi. Ma dove sono finite le vecchie varietà, le varietà antiche? Le profumatissime mele annurche, ad esempio, quelle che secondo mia nonna erano le uniche adatte a fare lo strudel: nel mio campo c’era un vecchio albero che ogni anno produceva annurche brutte, storte e di una bontà infinita; l’anno scorso è improvvisamente morto prima che potessimo fare un innesto.  E le pesche piatte a polpa bianca, ricordi di infanzia di Mario, che solo una volta abbiamo trovato in vendita in un mercato al mare, possibile che siano scomparse?

Finalmente, dopo lunghe ricerche, abbiamo trovato un vivaio vicino a Firenze che è specializzato proprio in frutti antichi: vende (a prezzi accessibilissimi) alberi rustici e di elevata vigoria che producono i frutti che stiamo dimenticando. Abbiamo ordinato diversi alberi per impiantare un piccolo frutteto, arriveranno tra pochi giorni.

Se verrete a trovarci nei prossimi anni potrete gustare la frutta di una volta, tanti sapori diversi come ormai non si sentono più!

 

Leave a comment »

Detersivi: usiamoli meno, usiamoli meglio

Sono contraria alle scelte “integraliste”, che spesso trovo anche un po’ “new age”, di eliminare del tutto i detersivi sostituendoli con sedicenti sfere lavanti, noci del sapone o altri prodotti del genere. Ritengo però che, con piccoli accorgimenti e un po’ di attenzione, possiamo avere ottimi risultati con un occhio in più all’ambiente.

Ecco le prime proposte:

Come detergenti universali per tutte le superfici lavabili: una soluzione di acqua e acido citrico al 15% (disincostante), oppure acqua e bicarbonato (blando disinfettante).

Per la lavatrice: usare poco detersivo – possibilmente ecologico, sostituire l’ammorbidente con 100 ml di soluzione di acido citrico al 10%, sostituire alla candeggina il percarbonato di sodio (già attivo a 30-40°).

Nella lavastoviglie sostituire al brillantante l’aceto (nell’apposita vaschetta) o una soluzione di acido citrico al 10%.

Leave a comment »

Eccomi!

Buongiorno!

Sono Beatrice Monacelli. Traduco dall’inglese, conosco bene l’italiano ed ho una buona esperienza di revisione e correzione di testi.

Nella pagina “traduzioni e revisione testi” c’è il mio curriculum: sono disponibile per collaborazioni.

Questo blog è ancora in costruzione: stiamo lavorando per voi…

Leave a comment »